Coltivare talenti e competenze

Il mondo in cui viviamo è complesso, veloce, cambia continuamente e per questo richiede capacità di adattamento e di resilienza.
La scuola, come cellula del sistema e come riproduzione dello stesso, offre stimoli, risorse umane e materiali per crescere e sviluppare competenze. Ma la scuola come agenzia educativa, di concerto alla famiglia, può fare di più: può coltivare talenti, quelli che ognuno singolarmente possiede, differenziandosi dagli altri.
Anziché catalogare, generare alunni istruiti in serie, la scuola può cogliere la bellezza del genere umano, insita in quella combinazione di fattori bio-psico-sociali che lo rendono unico e irripetibile.
Genitori ed educatori possono orientare il bambino ad “essere” se stesso, a divenire consapevole della sua vera essenza per poi muoversi sicuro nel mondo.

Dott.ssa Monica Maio – psicologa